Infografica | Imballaggio sostenibile

Infografica: Imballaggi sostenibili

La parola "zuppa di plastica" non può essere sfuggita, la si incontra nelle notizie quasi ogni giorno. La consapevolezza su questo tema è sempre maggiore e il grande colpevole, la plastica monouso, viene sempre più eliminato dalla nostra vita quotidiana grazie all'estensione delle leggi dell'Unione Europea. Gli esperti affermano che anche l'atteggiamento dei consumatori nei confronti degli imballaggi sostenibili è cambiato in modo significativo e la domanda che sorge spontanea è: "Quali sono le preferenze dei consumatori quando si tratta di imballaggi sostenibili nei canali retail e Out Of Home?". Abbiamo chiesto alla nostra grande comunità europea di Roamler di parlarci del loro comportamento di consumo e delle loro preferenze in materia di imballaggi sostenibili.

Risultati principali:

  • L'80% dei consumatori europei presta attenzione alla sostenibilità degli imballaggi almeno "qualche volta".
  • L'1-5% è la differenza di prezzo più accettata tra prodotti con e senza imballaggio sostenibile.
  • Il marchio Coca-Cola è percepito come progressista in 5 Paesi su 7.
  • Il 44% dei consumatori europei è disposto a pagare di più per tovaglioli e posate sostenibili.
  • Nonostante la preferenza per gli imballaggi riutilizzabili, solo il 50% dei consumatori europei dichiara di conservarli e riutilizzarli sempre.
  • Quando ordinano cibo da asporto, l'89% dei consumatori europei pensa che ricevere uno sconto li stimolerebbe a portare la propria confezione.
  • Il 74% dei consumatori europei dichiara di raccomandare un locale per consegne a domicilio o take-away a un amico, sapendo che serve cibo in confezioni sostenibili.

Leggete tutti i risultati nel nostro rapporto dedicato ai consumatori.

I risultati presentati in questa infografica si basano sui risultati della task presentata dalla Comunità Europea dei Roamler nel 2022.

Siete interessati a vedere altre infografiche?

Volete saperne di più sulle possibilità di recupero dei dati dalla nostra comunità europea? Contattate i nostri esperti.