Approfondimenti chiave sul mercato olandese delle bibite gassate

Rosalie Geisler
Rosalie Geisler

Responsabile del successo del cliente, Roamler

Il mercato olandese delle bibite gassate sta affrontando diverse sfide e cambiamenti quest'anno. Il maltempo ha tenuto le persone lontane dalle terrazze, tradizionalmente un luogo popolare per gustare bibite. Inoltre, la nuova tassa olandese sullo zucchero sta rendendo le bibite gassate più costose. Questi cambiamenti stanno creando un ambiente difficile per i marchi di bibite e i proprietari di punti vendita che stanno già affrontando una diminuzione dei margini a causa dell'inflazione e dei costi delle materie prime. Questo articolo fornisce una panoramica delle attuali dinamiche dei prezzi, dei movimenti dei segmenti di mercato e dei modelli di consumo regionali, offrendo preziose informazioni per aiutare le aziende a navigare in questo panorama in evoluzione. 

Dinamica dei prezzi

L'introduzione della tassa sullo zucchero ha avuto un impatto significativo sui prezzi delle bibite gassate, con aumenti che vanno da 9 centesimi al litro a 26 centesimi al litro. Questo cambiamento sta mettendo a dura prova sia i marchi di bibite che i proprietari di punti vendita. L'aumento dei costi deriva direttamente dall'imposta, rendendo sempre più difficile per le imprese assorbire queste spese senza trasferirle ai consumatori. 

I dati del nostro Market Monitor, che tiene traccia dei prezzi di listino nei punti vendita, conferma un forte aumento dovuto all'aumento delle tasse. Ad esempio, i prezzi del limone amaro, della cola normale, del ginger ale, del tè freddo fermo e della tonica hanno registrato un aumento medio del 5% da ottobre 2023 a gennaio 2024. Tuttavia, il tè freddo ha registrato l'aumento maggiore, mentre il ginger ale ha registrato il più piccolo. 

Movimenti per categorie

Nonostante queste sfide, le bibite gassate rimangono uno standard nei segmenti del mangiare e del bere, dove sono ancora più comunemente vendute. La quota complessiva del mercato senza zucchero è aumentata costantemente negli ultimi anni, con Coca Cola Zero e Pepsi Max in testa. È interessante notare che i nostri dati mostrano un calo della distribuzione numerica per alcuni marchi di bibite regolari, accompagnato da aumenti quasi uguali nelle loro controparti a zero zucchero. Ad esempio, la Red Bull regolare è diminuita dell'1%, mentre la Red Bull Sugar Free e Zero sono aumentate complessivamente dello 0,7%.  

La recente popolarità della birra allo zenzero sembra rimanere, con il 5,8% in più di punti vendita che ora vendono birra allo zenzero ma non la vendevano un anno fa. Inoltre, l'acqua vitaminica di Sourcy e Kombucha sta guadagnando terreno, con un aumento dell'1% nella distribuzione numerica rispetto allo scorso anno. Al contrario, le bevande energetiche e la cola normale vengono vendute meno frequentemente nei punti vendita rispetto a un anno fa. 

roamler newsletter di approfondimento
Roamler newsletter

Ottenete gli ultimi approfondimenti, le innovazioni e le opportunità in materia di efficienza per la vostra azienda.

Differenze regionali

I modelli di consumo variano in modo significativo tra le diverse regioni dei Paesi Bassi. Quando si guarda al limone amaro della soda, alla cola normale, al ginger ale, al tè freddo fermo e alla tonica, Drenthe è in testa nel consumo complessivo di soda, con una distribuzione numerica media dell'81% di queste bibite nei luoghi in cui mangiare e bere. Sia il tè freddo fermo che il ginger ale sono i più popolari a Drenthe, con distribuzioni numeriche all'interno della categoria delle bibite rispettivamente del 63% e del 74%. 

Al contrario, Groningen registra il consumo complessivo più basso, con un notevole calo nella distribuzione numerica del tè freddo fermo, in calo di circa il 7% rispetto allo scorso anno. Queste differenze regionali evidenziano le diverse preferenze dei consumatori e le condizioni di mercato in tutto il paese. 

Conclusione

Il mercato olandese delle bibite gassate sta attraversando un periodo di cambiamenti significativi. La tassa sullo zucchero ha portato a notevoli aumenti dei prezzi, mettendo a dura prova sia i marchi che i proprietari di punti vendita. Nonostante questi ostacoli, ci sono tendenze emergenti e cambiamenti all'interno del mercato che presentano nuove opportunità. Comprendere queste dinamiche, in particolare le differenze regionali e le mutevoli preferenze dei consumatori, è fondamentale per le aziende che mirano ad adattarsi e prosperare in questo panorama in evoluzione.

Accedete al nostro Market Monitor, la misurazione continua più dettagliata su tutti i canali del mercato out-of-home.