20 milioni di euro per accelerare il crowd-working in Europa

La piattaforma paneuropea, in rapida crescita, aiuta i professionisti indipendenti a lavorare dove e quando vogliono, consentendo alle aziende di attingere a una folla on-demand di migliaia di lavoratori qualificati. Questo nuovo investimento sarà utilizzato per accelerare la crescita in tutta Europa.

Fondata da imprenditori olandesi quasi 10 anni fa, Roamler ha conquistato la leadership nel settore della vendita al dettaglio, servendo clienti come Unilever, P&G e Red Bull, attraverso una comunità di utenti mobili che guadagnano denaro svolgendo attività nei negozi. Questi compiti vanno dalla creazione di promozioni al mystery shopping e alla raccolta di informazioni.Negli ultimi anni l'azienda ha ampliato la sua piattaforma per fornire installazioni tecniche a domicilio, assistenza e riparazioni per clienti come Eneco, Ring e ANWB, con una comunità di installatori professionisti indipendenti.

L'investimento di 20 milioni di euro consentirà a Roamler, già attiva in dieci Paesi europei nell'ambito della vendita al dettaglio, di espandere a livello internazionale le proprie attività di installazione, assistenza e riparazione professionale on-demand, a partire dal Regno Unito e dalla Germania. Il capitale sarà utilizzato anche per ampliare il team IT e di data science. 

Cambiare il modo in cui le persone e le aziende lavorano


"Grazie a questo nuovo round di investimenti, siamo fiduciosi di poter sviluppare ulteriormente la nostra gamma di servizi, combinando la nostra comunità di lavoratori on-demand altamente qualificati, con un approccio completamente basato sui dati" - afferma Jeroen ten Haave, CEO di Roamler - "La nostra missione è sempre stata quella di cambiare il modo in cui le persone e le aziende lavorano. Il nostro modello di business consente alle aziende di aumentare o diminuire facilmente le operazioni e di ottenere i risultati più velocemente. Allo stesso tempo, consente ai professionisti indipendenti di accedere a più opportunità quando e dove vogliono".

Molto di più dell'incontro tra domanda e offerta


Rispetto alla maggior parte delle piattaforme di gig-economy, Roamler va oltre l'incontro tra domanda e offerta. L'azienda si assume la piena responsabilità del risultato finale, fornendo un servizio che va dall'abbinamento dei professionisti giusti con le mansioni giuste nel luogo giusto, al controllo della qualità di ogni incarico. Questo offre alle aziende un grande vantaggio competitivo in termini di costi, flessibilità e soddisfazione dei clienti.

Pagamenti immediati e sistema di fatturazione automatizzato


Le aziende non sono le uniche a beneficiare di questo nuovo approccio flessibile. Entrando a far parte della community di Roamler , i professionisti indipendenti possono concentrarsi direttamente sulle loro prestazioni principali e tralasciare le attività che non sono direttamente redditizie per loro, come le vendite, la pianificazione o la fatturazione. La flessibilità offerta dalla piattaforma consente a ciascun membro di decidere quando, dove e quanto lavorare. Questo, insieme a un sistema di fatturazione automatizzato e a pagamenti istantanei, contribuisce a consentire a ogni professionista di essere pienamente responsabile della propria carriera e del proprio equilibrio tra lavoro e vita privata.

Attuale round di investimenti 


Gli investitori sono Endeit Capital, SmartFin e Achmea Innovation Fund. Mentre Endeit Capital è un investitore dal 2016, Roamler sta portando a bordo due investitori impegnati con SmartFin e Achmea. Jelle-Jan Bruinsma, Partner Endeit Capital: "Abbiamo lavorato con Roamler negli ultimi anni, vedendola crescere e migliorando la sua proposta. Questo investimento è un momento chiave per l'azienda e le permetterà di consolidare la sua leadership sul mercato europeo come piattaforma di forza lavoro gestita e di espandere i suoi servizi di installazione a livello internazionale.Sonomolto entusiasta di lavorare al fianco di SmartFin, Achmea e del team di Roamler per far sì che questo accada."

Katharina Maass, Fund Manager di Achmea: "Il primo investimento del Fondo per l'innovazione di Achmea, lanciato nell'ottobre 2019, è un fatto. Non solo la rete di Roamler, ma soprattutto il loro modello di business completamente digitale - in cui i piccoli compiti sono gestiti in modo efficace e con alta qualità - è interessante. Con Roamler come partner, abbiamo la capacità di espanderci nei vari settori in cui siamo già attivi in Achmea.

Bert Baeck, Partner di SmartFin "In SmartFin operiamo con una chiara scelta strategica: aiutare le aziende tecnologiche leader di mercato a livello paneuropeo a costruire e crescere, e crediamo che Roamler abbia il potenziale per creare un valore significativo in Europa. Siamo entusiasti di unirci a un pool di imprenditori seriali e altri investitori che lavorano insieme con la missione di cambiare il modo in cui le persone lavorano".

Questi investitori si aggiungono agli attuali azionisti della società, costituiti dal management, da Eneco e da PostNL. PostNL ha aderito in particolare a Roamler Care, il ramo introdotto nel 2018 e incentrato sui servizi sanitari. Con il capitale di crescita, Roamler Care nei Paesi Bassi sarà ulteriormente ottimizzata. 

Partecipate al concorso gratuito per il miglior display entro il 29 febbraio 2024!